Indice

Il revisore contabile gode di abilitazione specifica

estratto dal Quotidiano "Il Sole 24 Ore" sul Pubblico Impiego

Sono dipendente pubblico revisore dei conti dal 1986 e sono iscritto al registro dei revisori contabili. La mia amministrazione ha indetto un concorso per il passaggio alla carriera superiore e fra i titoli valutabili c’è la possibilità di riconoscere 0,50 punti per le abilitazioni professionali specifiche. La mia amministrazione ha rigettato questa valutazione sostenendo che il titolo non consente l’esercizio di una professione. Qual è il vostro parere in proposito?

Lettera firmata VERONA

La disciplina del Dlgs 27 gennaio 1992. n. 88 ( Attuazione della Direttiva 84/253 Cee. relativa all'abilitazione delle persone incaricate dei controllo di legge dei documenti contabili") attiene all'iscrizione in un registro professionale (il registro dei revisori contabili che. costituendo l’abilitazione conseguita per atto individuale, consente l’esercizio della relativa professione su tutto il territorio nazionale (si veda Consiglio di Stato: sezione 111,2 aprile 1996, n. 415; sezione IV 3 giugno 1997, n. 595): e ciò perché la norma fa riferimento a quelle attività che non possono svolgersi senza il presupposto indispensabile dell’iscrizione nel registro in questione. Pertanto, questa iscrizione pare sicuramente potersi considerare, ai fini di cui al quesito, "abilitazione professionale specifica".

a cura della Rubrica "L'Esperto Risponde"